Home » Hashish


Hashish

Hashish

Categoria di appartenenza: allucinogeni.

Il consumo di hashish è molto diffuso tra chi fa uso di marijuana, ma rispetto a quest’ultima è sei volte più potente. Si tratta di una sostanza psicoattiva facente parte della famiglia dei Cannabinoidi e ricavata dalle infiorescenze della pianta Cannabis sativa (o Canapa indiana). Ha l’aspetto di una resina dalla consistenza collosa o solida in base al modo in cui viene preparata.

Cos’è l’hashish

L’hashish è una resina di colore marrone rossiccio, marrone o nera che viene essiccata e trasformata, pressandola, in palline, stecche o panetti. Il suo principio attivo è il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC), che è in grado di rimanere nel corpo per settimane o più. Le sue proprietà psicoattive/stupefacenti la collocano tra le droghe leggere, al pari della marijuana, e si tratta di una sostanza stupefacente considerata illegale in numerosi Paesi del mondo.

banner banner

La parola “hashish” deriva dall’arabo e vuol dire “erba secca”. È conosciuta con diversi nomi e alcuni dei più noti sono “erba”, “fumo”, “kif” e “charas”. Quest’ultimo termine ha origini indiane, e difatti questa particolare resina dai poteri psicoattivi è prodotta in India come antica tradizione sociale.

Come si assume

Al pari della marijuana, anche per l’hashish la modalità di assunzione più comune è mediante il fumo. Generalmente i consumatori di hashish fumano questa droga come una sigaretta, unendola al tabacco. Oltre allo spinello, l’hashish viene utilizzato anche mediante pipa tradizionale, pipa ad acqua e vaporizzatore. Quando qualcuno fuma marijuana o hashish, l’odore dolciastro percepito è riconoscibile.

Effetti dell’hashish

Assumere hashish causa effetti a breve e lungo termine, sia dal punto di vista fisico che a livello neuropsicologico. La loro intensità varia in base al soggetto e alle circostanze psicofisiche in cui si trova: gli effetti indotti dall’uso di questa droga possono, infatti, essere influenzati dallo stato d’animo di chi la consuma e dal luogo e la compagnia che caratterizzano il momento in cui avviene l’assunzione.

L’iniziale sensazione di euforia e leggerezza mentale è poi seguita da abbassamento temporaneo della pressione sanguigna, calo dell’attenzione, sonnolenza, lentezza nei movimenti, occhi rossi, aumento dell’appetito e diminuzione della reattività fisica. L’hashish influisce sul sistema nervoso centrale, incidendo in modo considerevole sulle varie attività quotidiane in seguito anche alla percezione distorta della realtà e a quella ridotta del rischio.

A subire danni sono le capacità di memoria e concentrazione, l’umore è soggetto a continui sbalzi d’umore fino a sfociare in disorientamento, attacchi di panico e depressione. Se assunta in grandi quantità, l’hashish può inoltre causare forti tachicardie, nausea e vertigini.

Dipendenza

Al pari della marijuana e delle varie sostanze psicoattive, anche l’hashish può creare dipendenza. Sviluppare la tolleranza alla sostanza fa sì che il cervello si abitui alla sua assunzione e ne modifichi il funzionamento senza più riuscire a lavorare normalmente nei momenti d’astinenza.

Chiari sintomi da sindrome d’astinenza da hashish possono manifestarsi già dopo poche ore dall’interruzione, col conseguente bisogno di riprendere ad assumere dosi di droga perché diventa impossibile stare senza.

Conseguenze

Il consumo eccessivo di hashish può portare anche a conseguenze dal punto di vista psichiatrico, portando il soggetto verso un totale distacco della realtà.

Questa sostanza è una delle poche droghe che provocano una divisione cellulare anormale responsabile di gravi difetti ereditari. Basti pensare alle conseguenze provocate dal fumo di hashish o marijuana in una donna incinta: frequenti sono i casi di bambini partoriti prematuramente e nati con anomalie mentali (ridotta capacità di iniziativa e diminuzione dell’abilità di concentrazione) in grado di influenzare la vita futura dei piccoli nascituri.



Potrebbe anche interessarti

uscire dalla droga
Droga e Alcol: come uscirne

Uscire dalla dipendenza si può. Scopri ora come salvare la vita tua o di una persona che ti sta a cuore!

Dimetiltriptamina (DMT)
Dimetiltriptamina (o DMT)

Categoria di appartenenza: allucinogeni. La dimetiltriptamina, meglio nota con l’acronimo DMT, è una sostanza allucinogena…

Haze
Haze

Categoria di appartenenza: allucinogeni. L’haze è una varietà particolare di Cannabis sativa, ottenuta mediante l’incrocio…